Serra de Arrabida, Portogallo paradisiaco

di
Serra de Arrabida, Portogallo © Andrea Lessona

Serra de Arrabida, Portogallo © Andrea Lessona

Enorme drappo verde a picco sull’oceano, la Serra de Arrabida nasconde piccole insenature di spiagge bianche e acqua diafana. Mentre lo guardo da quassù non sembra vero che il mare lungo l’estuario del Rio Sado, nella penisola di Setubal, possa essere così calmo.

Uno specchio bellissimo che riflette questa catena montuosa calcarea – una delle zone più famose e rigogliose del Portogallo: oltre dieci mila e ottocento ettari ricoperti di leccio, sughero e quercia che dal 1976 sono diventati Parco nazionale.

Tale è infatti una grossa parte della Serra de Arrabida che grazie al suo clima dolce ricorda molto la riviera adriatica della Dalmazia: un luogo dove il gatto bravo, la volpe, la lepre, il pipistrello, l’aquila fasciata, il gufo reale e la pernice si riproducono in serenità.

Nonostante lo spaventoso incendio del 2004, la zona si sta rigenerando: e ciò che il fuoco aveva bruciato sta lentamente rinascendo a nuova vita. Così, se non fosse per l’asfalto che sinuoso l’attraversa, mi sembrerebbe davvero di essere in un antico paradiso.

Di sotto, la baia di Portinho con il porto naturale formato dalla piccola isola di Anicha e la Praia da Figueirinha sono perle incastonate lungo la costa splendida della Serra da Arrabida. Così come Galapos, Galapinhos e la nascosta Praia dos Coelhos.

La vita del mare è raccontata nel museo Oceanografico che si trova nella Fortaleza de Santa Maria de Arrábida. Costruita nel 1670 sotto il regno di D. Pedro, questa piccola fortificazione marittima doveva difendere i pellegrini del convento omonimo.

Nascosto dalla vegetazione nel versante sud della Serra de Arrabida, la costruzione del XVI secolo si trova di fronte al mare calmo. Dopo essere stato per secoli un luogo di culto francescano, dal 1990 è di proprietà della Fundação Oriente che lo ha reso spazio culturale.

Chi attraversa parte del parco a piedi, in bicicletta o in macchina può vedere le cinque torri rotonde che circondano il convento: a picco sull’oceano, sembra siano state usate per la meditazione solitaria. Di sotto, le acque si posano sulla riva in silenzio.

Per approfondire:
Wikipedia

I commenti all'articolo "Serra de Arrabida, Portogallo paradisiaco"

Scrivi il tuo commento tramite

Loading Facebook Comments ...
Loading Disqus Comments ...